Gita in barca a Capo Palinuro

La gita in barca a Capo Palinuro è una tappa obbligata per ammirare le famose grotte di uno dei fondali più belli del Mediterraneo, un viaggio imperdibile sia per i sub che per gli amanti del mare. Il Capo Palinuro è uno sperone calcareo a cinque punte di circa 2 km, 35 caverne sommerse e in superficie ne fanno uno dei principali punti di interesse speleomarino. Alcune di queste grotte sono visitabili via mare e sono le escursioni più richieste per la bellezza delle cavità naturali dai nomi più fantasiosi.

Per gli ospiti del Residence Trivento di Palinuro, ogni settimana vengono organizzate le gite in barca in compagnia dello staff per visitare insieme questi paesaggi mozzafiato. Si parte dalla spiaggia dell’Arco Naturale, dove ci attendono Nino e la sua ciurma di barcaioli.

Le tappe delle escursioni lungo il Capo Palinuro

Le gite in barca a Capo Palinuro prevedono la visita dei panorami naturali più suggestivi dell’area, ognuno con un suo nome e una sua storia. Scopriamoli insieme

Arco Naturale 

Spiaggia Arco Naturale PalinuroQuesta spiaggia è considerata il simbolo di Palinuro. Si trova in un’insenatura a cavallo tra due spiagge di sabbia e ghiaia, vicino alla foce del fiume Mingardo

Grotta delle Ossa

Grotta delle Ossa PalinuroIl nome deriva dai reperti ossei risalenti alla Preistoria e dai numerosi fossili di conchiglie che sono stati rinvenuti nella grotta, la cui presenza fa pensare che veniva usata come fossa comune. L’insenatura è molto particolare anche per la presenza di numerose stalagmiti e stalattiti.

Spiaggia della Marinella

Spiaggia della Marinella Palinuro
Una delle più belle spiagge di sabbia di Palinuro, a ridosso della foce del fiume Lambro. In passato ospitava il porto della Molpa i cui resti sono visibili ai piedi del colle. Questa spiaggia è consigliata agli amanti della tranquillità grazie alla posizione appartata e agli amanti dello snorkeling. Il fondale è basso per diversi metri.

Baia del Buondormire e Scoglio del Coniglio

Baia Buondormire PalinuroLa baia del Buondormire deve il suo nome al fatto che i pescatori si rifugiavano in questa insenatura durante le piogge e le burrasche e ne approfittavano per riposarsi. La spiaggia è di sabbia con fondale basso per diversi metri. Di fronte si erge lo scoglio “Il Coniglio”, il cui nome deriva dalla particolare forma di questo scoglio ricco di vegetazione.

Archetiello

Archetiello PalinuroPiccolo arco dove al centro si può osservare la stazione meteorologica. La storia della stazione meteorologica di Capo Palinuro è legata a quella del Regio Semaforo. Si trattava un’antica struttura di avvistamento costiero che esisteva fin dal 1838 presso la Torre Saracena e venne demolita per permettere la costruzione dell’attuale impianto semaforico, entrato in funzione a partire dal 1890, proprio dove sorgeva la storica torre costiera di avvistamento.

Grotta dei Monaci

Grotta dei Monaci PalinuroLa grotta prende il nome dalle formazioni stalagmitiche che sembrano un gruppo di monaci in preghiera. Oltre alle formazioni stalagmitiche è possibile notare la presenza di attinie, una specie di anemone comunemente chiamate “pomodori di mare”.

Cala Fetente

Cala Fetente PalinuroLa cala deve il suo nome alla presenza di sorgenti di acqua sulfurea. Il fondale della grotta, le sue pareti e le cavità interne sprigionano vaporei sulfurei di grossa intensità. La grotta presente in questa cala si chiama infatti Grotta Sulfurea, ed è molto particolare grazie all’ingresso a doppia arcata

Grotta del Sangue

grota-del-sangueLa grotta deve il nome al colore rosso delle pareti interne, dovuto alle tracce di ossido ferroso che riflettendosi sul mare lo colora di una suggestiva sfumatura. All’interno della grotta sono presenti numerose formazioni calcaree, come una roccia simile alla testa di un coccodrillo

Grotta d’Argento

Grotta d'Argento PalinuroIl nome della grotta deriva dall’intensa colorazione argentata che si riflette sull’acqua, generata dalla muscolazione dell’acqua marina, di intenso colore azzurro, con l’acqua sulfurea proveniente dal fondo. Questa cavità presenta infatti almeno due sorgenti sulfuree. Sono presenti anche diverse stalattiti e stalagmiti dalle sembianze molto particolari, come per esempio alcune formazioni calcaree a forma di Madonna o di dito.

Capo Spartivento

Capo Spartivento PalinuroVista dalla barca, la punta più estrema di Capo Palinuro si presenta si presenta come uno sperone che racchiude due calette. Il nome lascia intuire che la maestosa parete verticale di 200 m di altezza funge da divisorio per i venti. Capita spesso che i venti cambino direzione da un lato all’altro della punta.

Grotta Azzurra

Grotta Azzurra PalinuroLa grotta simbolo del Capo Palinuro prende il nome dal colore azzurro dell’acqua, che assume sfumature diverse durante la giornata in base all’intensità della luce che entra nel canale, profondo m 20 e lungo m 30.

Al ritorno dalla gita in barca niente di meglio che godere di una rigenerante sosta bagno alla Baia del Buondormire o alla Spiaggia della Marinella.

Organizza le tue vacanze nel nostro residence: contattaci per un preventivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi informazioni



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori

Ho preso visione della privacy policy e acconsento al trattamento dei dati

Distanze del Residence da


Spiaggia Arco Naturale: km 1,3


Centro di Palinuro: km 3,5


Stazione di Centola: km 7


Paestum: km 70


Autostrada Battipaglia: km 95

Aeroporto Napoli Capodichino km 180